Agenzia SEO, SEM, Social Media e Web Marketing a Napoli

I flash mob non colpiscono più (sul web?)

c
2 ottobre 2012

Sarà una mia sensazione, ma osservando l’evoluzione delle campagne spot di guerrilla marketing, sembra che ormai il modello flashmob sia stato risucchiato in un processo di omologazione. Mi spiego meglio: i primi flashmob che ho visto su youtube, erano interessanti perchè riuscivano a restituire anche attraverso il web quella sorpresa che dovevano aver sentito i primi ignari fruitori “live”. Ecco, oggi ho la sensazione che questa pratica di guerriglia non stupisca più come prima perchè è stata utilizzata troppo e da troppi.

 

Se ad esempio dai un’occhiata a questo video Coca Cola realizzato a Singapore e pubblicato 4 giorni fa sul canale Youtube ufficiale del noto marchio di bibite, probabilmente potrai pensare che è divertente ma non stupisce più. Perfino le espressioni dei presenti sono più che altro divertite dal fatto di trovarsi in quella situazione. Non colpite, non impressionate. Sorridono e basta.

 

Direi che alcuni aspetti nell’utilizzo locale dei flashmob, per piccole realtà o associazioni possano ancora colpire se pur poco rispetto a qualche anno fa, ma in genere comincio a ritenerlo un modello comunicativo ormai privo di efficacia rispetto ai suoi intendimenti iniziali, utile tutt’al più per fare awareness o per fare branding in senso lato. Insomma, forse è il momento di ripensare il flashmob o di pensare ad altro. Che ne pensi?

 

Francesco Margherita

 

Ultimi Post